Lo splendido trio Rescue nella Floriterapia di Bach

Rescue Remedy è il primo rimedio composito del sistema floriterapeutico e la sua combinazione fu indicata dallo stesso Edward Bach.
I 5 componenti sono Rock Rose, Clematis, Impatiens, Star of Bethlehem e Cherry Plum.
Da circa 10 anni a questo mélange è stato aggiunto White Chestnut e al nuovo compositum è stato attribuito il nome di Rescue Night in quanto è molto indicato nel caso in cui ai turbamenti emotivi si accompagna l’insonnia.
Precedentemente, alcuni anni dopo il Rescue Remedy, fu creato il quarantesimo elemento del sistema terapeutico di Edward Bach: la Rescue Cream che è una crema in cui sono presenti i cinque componenti del Rescue Remedy più il Crab Apple.

Indicazioni terapeutiche della Rescue Cream

La Rescue Cream è una crema cosmetica caratterizzata dall’assenza di profumi, di parabeni e di lanonina. Si applica sulla cute da trattare facendo seguire un lieve massaggio per favorirne l’assorbimento.
È impiegata generalmente per piccole lesioni locali, derivanti da cause di origine esterna: contusioni, abrasioni, dolori superficiali, cicatrici, tensioni muscolari, scottature, punture d’insetto, screpolature da sostanze chimiche o freddo etc.
La sua azione migliora ulteriormente in associazione con creme contenenti Arnica in caso di contusioni, Calendula in caso di lesioni cutanee da agenti chimici, Camomilla in caso di scottature ed infiammazioni, Hamamelis in caso di geloni e screpolature.
Può essere utilizzata nel massaggio amalgamandola con olio di oliva proveniente da coltivazione biologica.

Esempio clinico di una applicazione della Rescue Cream

Si presentò, accompagnata dall’istruttore di tiro nell’ambulatorio del poligono della Scuola di Polizia Penitenziaria di Roma (dove prestavo servizio), una poliziotta graduata della Casa Circondariale di Rebibbia che stava svolgendo un ciclo di addestramento.
Piangeva dal dolore e dall’imbarazzo per la ferita e la contusione di un suo dito nella mano che si era incastrato in un meccanismo della pistola di ordinanza.
Dopo un brevissimo scambio di parole tranquillizzante le somministrai qualche goccia di Rescue Remedy sotto la lingua e sulla ferita; subito dopo aggiunsi un velo di Rescue Cream sul dito ferito e contuso.

INDIMENTICABILE LA SUA ESPRESSIONE DEL VISO SORPRESA E QUASI SPAVENTATA; COME SE AVESSE ASSISTITO A UN MIRACOLO, AFFERMAVA, INCREDULA: « Non mi fa più male ».

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

RESCUE CREAM: LA PORTENTOSA CREMA CON I FIORI DI BACH ultima modifica: 2021-04-27T12:31:26+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This