NeuroRiflessoTerapia personalizzata

La NeuroRiflessoTerapia personalizzata: un’eccellenza medica

La medicina riflessologica è un’antichissima, variegata ed efficace terapia olistica e naturale. Essa consiste nell’applicazione su determinate aree della pelle di impulsi di natura meccanica, biochimica e fisica. L’aspetto straordinario di tal genere di medicina è che, attraverso questi stimoli, si curano, riattivandone la fisiologica funzionalità, organi e apparati profondi più o meno lontani dalle zone cutanee trattate. La NeuroRiflessoTerapia personalizzata è un’assoluta eccellenza nell’ambito della medicina riflessologica e della medicina in genere; essa, infatti, propone e applica una prassi terapeutica straordinariamente innovativa ed efficace. Questa disciplina medica, che ha prodotto una vera e propria “rivoluzione terapeutica”, è stata intuita e creata dal dottor ALDINO BARBIERO, chirurgo ortopedico e radiologo, nonché profondo conoscitore delle riflesso terapie.

Cosa cura la NeuroRiflessoTerapia personalizzata

La NeuroRiflessoTerapia personalizzata, essendo una disciplina medica globale di eccellenza, permette un campo di azione molto ampio.
Il trattamento, che prevede circa dieci sedute, con cadenza settimanale, produce notevolissimi e documentati successi curativi nei seguenti stati di sofferenza:

Principi fondamentali della NeuroRiflessoTerapia personalizzata

    • Qualunque tipo di stato patologico si manifesta sulla pelle attraverso Punti Dolorosi che corrispondono ad aree di infiammazione.
    • Tutte le persone, sulla base di domande ben poste da parte del medico, sono in grado di indicare intuitivamente, con la punta del dito indice della mano, le principali zone in cui avvertono la localizzazione delle sensazioni patologiche.
    • Se il medico è in grado ascoltare, di mettere a suo agio la persona e di porre domande che “restituiscano” le metafore utilizzate dal paziente, la probabilità che vengano indicate le giuste zone da trattare è pari circa al 100%.
    • Il medico, poi, attraverso le due manovre principali (palpazione e pizzicamento) ed eventualmente quelle sussidiarie (succussione e massaggio drenante diagnostico), può e deve individuare e definire con la massima precisione i Punti Dolorosi presenti nella zone indicate dal paziente. Essi si contraddistinguono sempre, rispetto ai tessuti circostanti, per maggiore dolorabilità e consistenza.
    • Si devono e si possono riscontrare varie tipologie di Punti Dolorosi: i tre Punti Dolorosi Operativi (il Massimo, quello di Partenza Clinica e il Vertebrale), il Punto Emozionale che, per certi versi è il più importante, i Punti delle Patologie Associate e quelli Settoriali.
    • I Punti Dolorosi sono variabili da persona a persona e nella stessa persona per diversa localizzazione, forma, grandezza, profondità estensione, dolorabilità e consistenza.
    • Una volta individuati i Punti Dolorosi si trattano con una Riflessoterapia Diretta, cioè effettuata sulle zone dolenti individuate sulle cute del paziente ed, eventualmente, con una Riflessoterapia Indiretta (per esempio la riflessoterapia della mano, l’auricoloterapia etc).
    • La Riflessoterapia Diretta può essere realizzata con svariate modalità. Una menzione particolare meritano gli straordinari dispositivi di Neuro Stimolazione Interattiva Scenar ed ElettroNeuroFeedback. Si tratta di “piccoli gioielli” della tecnologia che dialogano con la pelle dei Punti Dolorosi. Essi, infatti, generano impulsi elettrici che si modificano continuamente e in tempo reale, sulla base di ciò che rilevano sulla cute in corrispondenza dei Punti Dolorosi; permettono, così, una ulteriore personalizzazione nell’ambito di un sistema terapeutico già altamente personalizzato. Altre metodologie utilizzate sono il Massaggio rachideo e metamerico, il Soft Laser, la Coppettazione, l’infissione di aghi da insulina, la mesoterapia con medicinali omotossicologici, l’infissione dell’ago d’oro da agopuntura riscaldato etc.

    • Lo stimolo riflessogeno applicato sui Punti Dolorosi viaggia in un circuito neurologico riflesso principale e specifico per quel particolare stato di sofferenza; esso determina così una massiccia reazione auto terapeutica globale da parte dell’organismo che si ottiene in tempo reale. Si può ipotizzare cioè, in estrema sintesi, che la Neuro-RiflessoTerapia personalizzata funzioni, poiché, stimolando le copiose terminazioni nervose e gli aspetti psicobioenergetici della cute dei Punti Dolorosi, attiva circuiti che trasportano informazioni specifiche e cruciali alle strutture PsicoNeuroEndocrinoImmunologiche che così, a loro volta, forniscono agli organi e agli apparati fattori adeguati ad attuare processi terapeutici e salutogenetici.
    • Da quanto detto ne consegue che la NeuroRiflessoTerapia dei Punti Dolorosi permette una semplificazione notevolissima e una personalizzazione estrema, poiché non si basa su mappe precostituite ma su indicazione diretta del paziente.
    • La facoltà di scelta di strumenti riflessologici è amplissima; ciò offre, pertanto, la possibilità di utilizzare, come terapia, quello che è, nel contempo, più nelle corde del medico e più opportuno per il paziente.

N.B. Per ricevere informazioni direttamente dal Dott. Michele Iannelli sulla NeuroRiflessoTerapia personalizzata dei Punti Dolorosi e sul proprio caso personale telefonare al 3386151031; lasciando un messaggio in segreteria telefonica si verrà ricontattati.

N.B. Invito il lettore che avesse bisogno di ulteriori chiarimenti e approfondimenti a consultare le altre voci del menù di questo sito cliccando sulle parole evidenziate in blu e/o consultando la voce FAQ Domande Ricorrenti.

DOTT. MICHELE IANNELLI
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno b3  -  00182 ROMA (Metro San Giovanni) - Telefono 3386151031  Email: olopsi@libero.it

NEURORIFLESSOTERAPIA PERSONALIZZATA ultima modifica: 2020-06-01T16:30:29+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This