Il Dr. Iannelli risponde alle Vs domande più frequenti

Su di me

Chi è e cosa fa il dottor Michele Iannelli?

Il dottor Michele Iannelli, svolge la professione di psicoterapeuta in quanto medico specialista in psicologia clinica; è, inoltre, omeopata e floriterapeuta.

Pratica una Psicoterapia Olistica Umanistica, un Counseling Olistico Umanistico e una Medicina Olistica attraverso le quali le persone sono da lui considerate una irripetibile individualità e una inscindibile globalità emozionale, esistenziale, sociale, bioenergetica, corporea e biochimica.

La sua attività professionale è tesa ad attivare un percorso individuale e/o di gruppo con il fine di risolvere i disagi e promuovere una migliore qualità della vita.

Quali disturbi cura il dottor Michele Iannelli?

L’impostazione terapeutica globale e personalizzata del dottor Michele Iannelli permette di trattare con efficacia: attacchi di panico, ansia, depressione, disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, ortoressia), distress, disturbi del sonno, dipendenze di vario tipo, difficoltà relazionali, fobie sociali, patologie psicosomatiche e somatopsichiche (Mal di testa, allergie, intolleranze alimentari, disturbi gastroenterici, ipertensione, disturbi dell’apparato muscolo osseo articolare, patologie autoimmunitarie, allergie, etc) problematiche nell’ambito della sessualità etc. Questa metodologia globale è, inoltre, efficace per l’orientamento scolastico e professionale e per la promozione delle capacità intellettive, della creatività e dell’autostima.

Quali sono i motivi della scelta da parte del dottor Iannelli nei confronti delle terapie naturali e olistiche?

Fin dai primi anni di studio universitario, il dottor Iannelli, si accorse delle manchevolezze e delle distorsioni della cosiddetta medicina ufficiale. Essa, infatti, gli apparve, oltre misura impostata su una visione parcellizzata e organicistica dell’essere umano. Gli era, inoltre, evidente uno smodato e pernicioso uso della farmacologia allopatica di sintesi che si poneva in netta antitesi alla reale natura biologica, fisiologica, psicologica e sociale dell’essere umano. I farmaci di sintesi, infatti, sopprimono i sintomi che sono, invece, preziosi segnali d’allarme da ascoltare e interpretare. La medicina naturale, invece, è bio-logica cioè è congrua con la logica della vita e per questo non produce effetti collaterali negativi e indesiderati, non inquina l’ambiente ed è anche economica.

Dove esercita il dottor Michele Iannelli e come è possibile chiedere informazioni e/o fissare un appuntamento?

Il suo studio di Medico Specialista in psicologia clinica, Psicoterapeuta, Omeopata e Floriterapeuta si trova a Roma in via Pozzuoli 7 all’interno B3 (Metro San Giovanni).

Per prendere appuntamento e/o chiedere informazioni lo si può contattare al numero telefonico 3386151031 o scrivere all’indirizzo di posta elettronico olopsi@libero.it

Le terapie

Che cosa è la Psicoterapia Olistica Umanistica?

La Psicoterapia Olistica Umanistica proposta dal dottor Iannelli è da intendersi come un processo di cura ed evoluzione della persona.
Il suo presupposto irrinunciabile è che l’essere umano sia considerato nella sua globalità BioPsicoSociale cioè un holos (parola greca traducibile con il concetto di sistema globale,). Si ispira, inoltre, alla Psicologia Umanistica e perciò ha assunto la denominazione di Psicoterapia Olistica Umanistica.
La Psicoterapia Olistica Umanistica, anche attraverso uno spirito di collaborazione e alleanza tra psicoterapeuta e paziente permette di affrontare con profitto i punti critici e dolenti, di ampliare le prospettive esistenziali e, in ultima analisi, di migliorare la qualità della vita del paziente.

La Psicoterapia Olistica Umanistica è così denominata anche per altri motivi?

Certamente! A partire dagli assunti metodologici illustrati e avendo, in quando medico, la facoltà legale di poterlo fare, il dottor Iannelli arricchisce e rende veramente olistica la psicoterapia con la prescrizione, ove necessaria, di rimedi naturali tipici della Medicina Olistica. La Floriterapia di Bach, l’Omeopatia Omotossicologica, la Nutraceutica e la Psicoprobiotica e la Fitoterapia gli permettono di offrire al paziente l’attuazione di una forte sinergia che produce i seguenti reali benefici: il lenimento sintomatico, una rivitalizzazione metabolica, il recupero delle forze, il miglioramento dell’umore e una benefica disintossicazione. Tutto ciò rafforza, velocizza e completa il percorso di consapevolezza che, come abbiamo già visto, è alla base del depotenziamento dei fattori destabilizzanti e dell’attivazione di dinamiche virtuose e benefiche.

Che cosa è il Counseling Olistico Umanistico?

Oltre alla Psicoterapia Olistica Umanistica il dottor Iannelli, propone nella sua professione un altro sistema di cura che denomina Counseling Olistico Umanistico.

La Società Italiana di Counseling (S.I.Co.) afferma:
L’intervento di counseling può essere definito come la possibilità di offrire un orientamento o un sostegno a singoli individui o a gruppi, favorendone lo sviluppo e l’utilizzazione delle potenzialità.
Si opera cioè, affinché nei singoli e nei gruppi si attui l’individuazione, il riconoscimento, il nutrimento e il potenziamento di quelle che sono le risorse, le capacità, le peculiarità e le qualità di ognuno.

Il Counseling è inteso, dunque, come una relazione d’aiuto che intercorre tra un professionista e una persona o tra un professionista e un gruppo per rispondere a un bisogno specifico del singolo e/o di una comunità (familiare, scolastica, lavorativa, sportiva etc).

Il Counseling Olistico proposto dal dottor Iannelli si rivolge, anch’esso alle persone singole ma anche ad ambiti collettivi.

Quali sono le analogie tra Counseling Olistico Umanistico e Psicoterapia Olistica Umanistica?

• Sono ambedue un processo di cura ed evoluzione dell’anima con l’obiettivo, in ultima analisi, di migliorare la qualità della vita della persona.
• Il loro presupposto comune è che l’essere umano è considerato nella sua globalità BioPsicoSociale; cioè un holos (parola greca traducibile con il concetto di sistema globale,) da cui la denominazione di Counseling Olistico Umanistico, di Psicoterapia Olistica Umanistico, e di Medicina Olistica.
• I sintomi e i segni derivanti dalla sofferenza non sono nemici da sopprimere, ma segnali da accogliere, decifrare e comprendere; solo così potranno svanire, più o meno gradualmente, avendo espletato il loro compito e non sussistendo, quindi, più la loro ragione di essere. Pur partendo dalle fonti della sofferenza e del disagio, puntano, nondimeno e con il massimo della determinazione, alla salutogenesi.
• Il medico opera, in un contesto condiviso, attraverso il colloquio. E’ indispensabile che, in questo ambito, si relazioni con un ascolto attivo ed empatico per costruire con il paziente uno spirito di collaborazione e alleanza; che interverga con domande aperte, chiuse, semistrutturate e ad alternativa multipla per far emergere e conoscere il mondo del paziente; che produca riformulazioni, cioè interventi con la finalità di riassumere, rispecchiare, chiarificare e restituire il contenuto e le connessioni delle comunicazione scaturite dal paziente; ciò al fine di cogliere il significato, la collocazione e i contorni delle motivazioni e delle cause, più o meno inconsce, del disagio.
• A partire dagli assunti metodologici illustrati e avendo, in quando medico, la facoltà legale di poterlo fare, il dottor Iannelli arricchisce e rende veramente olistici il Counseling e la Psicoterapia con la prescrizione, ove necessaria, di rimedi naturali. La Floriterapia di Bach, l’Omeopatia Omotossicologica, la Nutraceutica e la Fitoterapia gli permettono di offrire al paziente un sistema di cura completo che nella sua sinergia è molto di più di una semplice somma dei vari elementi. Un sistema che produce i seguenti reali benefici: il lenimento sintomatico, la rivitalizzazione metabolica, il recupero di forze e del buon umore e la disintossicazione. Tutto ciò rafforza, velocizza e completa il percorso di consapevolezza che è alla base del depotenziamento dei fattori destabilizzanti e dell’attivazione di dinamiche virtuose e benefiche.

Quali sono le differenze tra il Counseling Olistico e la Psicoterapia Olistica

Per comprendere la differenza tra Counseling Olistico Umanistico la Psicoterapia Olistica Umanistica è utile una metafora.
• La Psicoterapia Olistica Umanistica può essere paragonabile a una ristrutturazione dell’intera casa, il Counseling Olistico Umanistico, invece, ad aggiustamenti che riguardano solo una parte circoscritta della casa accompagnati eventualmente da qualche abbellimento generale. Quindi, mentre il Counseling Olistico si occupa di questioni, problemi e disagi in modo circostanziato e specificamente contestualizzato, la Psicoterapia Olistica, essendo una vera e propria psicoterapia del profondo, si occupa degli aspetti esistenziali della persona a tutto tondo utilizzando anche le interpretazioni, oltre che le domande e le riformulazioni.
• Sia il Counseling Olistico Umanistico che la Psicoterapia Olistica Umanistica si avvalgono dell’uso della Floriterapia di Bach ma con qualche differenza relativa alla diversa metodologia e ai diversi ambiti e finalità.
• Il Counseling Olistico Umanistico si avvale anche dei Trattamenti Manuali Riflessologici che, invece non sono previsti nel setting della Psicoterapia Olistico Umanistica
• Ovviamente, come si arguisce da quanto detto tra il Counseling Olistico Umanistico e la Psicoterapia Olistica Umanistica sussistono concrete differenze di tempi, aree di intervento, modalità e obiettivi.

Cosa è la sinergia terapeutica?

Sia la Psicoterapia Olistica Umanistica che il Counseling Olistico Umanistico consistono nell’attuazione di un insieme coordinato di discipline terapeutiche. Esse, se applicate nel modo dovuto, sono garanzia di completezza (cioè di intervento globale su tutti gli aspetti dell’essere umano) e di sinergia (cioè l’azione contemporanea di più fattori terapeutici per ottenere con maggiore certezza un risultato più intenso e più stabile nel tempo.)

Che cosa è la Floriterapia di Bach?

La Floriterapia di Bach è un sistema terapeutico costituito da trentanove rimedi: trentotto rimedi semplici e uno composto; trentasei sono preparati a partire da fiori, uno dalla gemma dell’ippocastano bianco e uno da un’acqua sorgiva del Galles. Il composto, denominato Rescue Remedy, secondo quanto stabilito dal dott. Bach deve considerarsi un unico rimedio. Il Rescue Remedy può essere considerato un medicinale di pronto soccorso emotivo.
I rimedi floreali di Bach sono prescritti sulla base del riconoscimento di stati emozionali, sentimenti, pensieri e comportamenti che manifestano il disagio del paziente.
La Floriterapia di Bach è, pur essendo un metodo terapeutico con una sua specifica identità, è molto versatilità e flessibilità; I suoi rimedi, infatti, possono essere inseriti in percorsi terapeutici di molteplice orientamento. A seconda della loro diluizione e modalità di assunzione possono agire come armonizzatori di stati psicologici negativi o essere facilitatori e propulsori di un processo di autoconoscenza, autocoscienza e autoconsapevolezza.
Sono compatibili con interventi farmacologici allopatici; sono compatibili e sinergici con molti metodi terapeutici quali omotossicologia, fitoterapia fisioterapia, agopuntura, riflessoterapia, digiunoterapia, massoterapia, integrazione nutrizionale etc.

Che cosa è il Counseling Floriterapeutico?

Il Counseling Floriterapeutico è una componente fondamentale del Counseling Olistico Umanistico.

Cosa sono i Trattamenti Manuali Riflessologici?

I Trattamenti Manuali Riflessologici sono una fondamentale colonna portante del Counseling Olistico Umanistico, psicosomatico e somatopischico, da me praticato. Tali trattamenti si pongono in perfetta sinergia con tutte le altre terapie; agiscono sul corpo non solo interrompendo, a partire da questo versante, i circoli viziosi, locali e somatopsichici, ma, anche, producendo circoli virtuosi salutogenici.
Utilizzo tecniche manuali specifiche, semplici, estremamente collaudate ed efficaci. Tratto le zone metameriche poste sulla parte dorsale del tronco, le zone dermalgiche situate sulla parte anteriore del tronco e sull’addome e alcuni punti plantari.
Questi trattamenti manuali si basano sulla Tradizione riflessologica e su alcuni concetti basilari della Medicina Tradizionale Cinese che è da considerare la madre di tutte le Medicine Olistiche.
La riflessologia è una concezione per la quale stimolando manualmente punti e zone specifiche del corpo si sboccano circuiti psicobioenergetici e si inviano potenti e mirati messaggi terapeutici e salutari agli organi e ai visceri che come insegna la Medicina Tradizionale Cinese, sono da considerare dei sottosistemi funzionali somatopsichici.

Che cosa è l’Omeopatia Omotossicologica?

L’Omeopatia Omotossicologica, (detta anche Omeopatia anti omotossica od Omotossicologia) è una disciplina medica olistica che offre un ventaglio di possibilità terapeutiche vastissimo ed estremamente diversificato. I medicinali omotossicologici sono caratterizzati da una combinazione di principi attivi che determina una forte sinergia d’azione. Sono preparati con quelle tecniche e sulla base di quelle concezioni intuite e sperimentate dal geniale e coraggioso medico tedesco, fondatore della omeopatia, Samuel Hahnemann (1755-1843). L’Omeopatia Omotossicologica è inserita nella Psicoterapia Olistica Umanistica (questo è un link che va alla pagina Psicoterapia Olistica Umanistica) e nel Counseling Olistico Umanistico (questo è un link che va alla pagina Counseling Olistico Umanistico) in quanto interviene in modo efficace e naturale sui sintomi psichici, psicosomatici e somatopsichici per determinarne l’attenuazione (senza provocare alcun effetto collaterale e indesiderato) e, poi, la scomparsa e per promuovere processi di depurazione e disintossicazione fornendo, pertanto, una immediata risposta naturale al bisogno del paziente di sentirsi subito meglio.

Che cosa è la Fitoterapia?

La Fitoterapia è un sistema terapeutico che utilizza piante ed erbe per curare. L’attività terapeutica di un vegetale dipende dalle molecole dei suoi principali costituenti: i carboidrati, i glucosidi, i tannini, i lipidi, gli oli essenziali, le resine, gli alcaloidi e le vitamine. Dunque, la Fitoterapia differisce dalla Omeopatia e dalla Floriterapia di Bach in quanto la sua azione terapeutica è da attribuire essenzialmente alle molecole biochimiche e non a interazioni di natura biofisica.
Rispetto a un farmaco di sintesi il fitoterapico si distingue poiché non agisce con molecole singole ma con un fitocomplesso naturale; ciò determina due importanti vantaggi: un’azione che risente positivamente della complementarietà e del reciproco potenziamento dei singoli costituenti e un effetto più dolce in quanto più rispettoso della biologia della persona e, quindi, non intossicante.
La Fitoterapia grazie alle sue molteplici offre il suo contributo nella Psicoterapia Olistica Umanistica e nel Counseling Olistico Umanistico soprattutto quando c’è il bisogno di intervenire in modo più incisivo e subitaneo per determinare l’attenuazione e, poi, la scomparsa della sintomatologia e per promuovere processi di depurazione e disintossicazione.

Che cosa è la Nutraceutica?

Le sostanze nutraceutiche, di solito derivate dalle piante, dagli alimenti e da fonti microbiche sono basilari per la salutogenesi, la prevenzione e la cura. Esempi di nutraceutici sono gli aminoacidi essenziali, le vitamine, i minerali, gli oligoelementi, gli acidi grassi polinsaturi, gli antiossidanti, i probiotici e i prebiotici e i complessi enzimatici.
I nutraceutici possono essere assunti direttamente dagli alimenti, ma poiché, in questi ultimi decenni, si è, spesso, costretti a una stile di vita eccessivamente stressante e ad assumere cibo molto povero dal punto di vista qualitativo è opportuno, il più delle volte, ricorrere agli integratori alimentari.
Usando una metafora, gli integratori alimentari possono essere considerati anche dei fattori che nutrono un terreno che, contemporaneamente, disintossicato e depurato e attivato dai medicinali Omeopatici Omotossicologici e Fitoterapici, farà più agevolmente fruttare i semi piantati dalla Psicoterapia Olistica Umanistica o dal Counseling Olistica Umanistica.

Che cos'è il Mineralogramma?

Il mineralogramma, è una biopsia minerale di un tessuto molle. Una biopsia è l’analisi di un tessuto del corpo; in questo caso serve a determinare i livelli dei minerali. Il capello è classificato come tessuto molle del corpo. L’analisi minerale del capello fornisce una lettura del deposito dei minerali nelle cellule e negli spazi interstiziali del capello in un periodo di due-tre mesi (a seconda della lunghezza). Quest’analisi è considerata uno screening test, cioè un test relativamente semplice, progettato per fornire una considerevole quantità d’informazioni in modo rapido e a basso costo. Le preziose informazioni ottenute dal Mineralogramma mi permettono di mettere a punto una prescrizione personalizzata di integratori e supplementi nutrizionali, di Omeopatici Omotossicologici, di Fitoterapici e di Fiori di Bach. Gli screening test, dunque, possono svolgere un notevole ruolo nella prevenzione e nella diagnosi precoce di disturbi fisici e mentali.

Che cosa è la Psicoprobiotica?

I probiotici sono integratori a base di microorganismi vivi naturalmente presenti all’interno del sistema gastroenterico al fine del ripristino e del mantenimento della eubiosi cioè della presenza di una corretta flora batterica
Quelli proposti e prescritti dal dottor Michele Iannelli sono i migliori e danno la possibilità di ottenere una ripopolazione totale e stabile nel tempo. Si parla di Psicoprobiotici per il loro rilevante e benefico influsso sulla sistema neuropsicologico.
Si definisce prebiotico, invece, da non confondere con il probiotico, ogni sostanza che, presente nel cibo, non viene assorbita dall’organismo, ma è utilizzata dalla flora intestinale. Nella grande maggioranza dei casi si tratta oligosaccaridi.

Che cos'è la salutogenesi?

La salutogenesi è una innovativa ottica nell’ambito della Medicina e della Psicologia che si occupa di studiare le fonti della salute fisica, psichica e spirituale. La salutogenesi si occupa quindi delle “cause” della salute.

La mia pagina Facebook

Mi farebbe piacere aggiornarla su nuovi articoli e libri iscrivendoti alla mia newsletter

Privacy Policy*

FAQ ultima modifica: 2018-05-21T09:30:21+00:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This