Fiore di Bach Vervain

 Verbena

 Verbena Officinalis

“Coloro con principi ed idee fisse, che ritengono giusti, e che cambiano ben raramente. Hanno un grande desiderio di convertire tutti quelli che li circondano alle loro proprie vedute della vita. Essi hanno una forte volontà e possiedono molto coraggio, quando sono convinti di ciò che desiderano insegnare. Ammalati essi lottano a lungo, dopo che molti altri si sarebbero arresi.”

– Indicazione di Edward Bach

“Quando il culto prevale sulla cultura, inizia il fanatismo”

– Pino Caruso, comico siciliano

Il rimedio Vervain, fu individuato in uno dei “vagabondaggi” di Edward Bach nelle campagne nei pressi di Cromer. Nell’autunno del 1930, l’attenzione del medico gallese fu colpita da Verbene che si trovavano sotto un vecchio muro di pietra lungo una strada di campagna. Fa parte del gruppo PREOCCUPAZIONE ECCESSIVA PER IL BENESSERE DEGLI ALTRI.

Caratteristiche della persona che si giova di Vervain

Le persone, a cui è opportuno prescrivere Vervain, esprimono il loro modo di essere in vari settori. I loro “principi ed idee fisse”, il loro “grande desiderio di convertire tutti quelli che li circondano” si manifestano soprattutto in ambiti sociali, politici, religiosi e scientifici. Sono coloro che in “fanaticamente” propongono e impongono una visione cultural-scientifica come se fosse l’unico e vero modo di approcciare alla conoscenza e di raggiungere la “vera verità”. Entusiasticamente, propugnano un progetto di trasformazione sociale e politica, convintissimi che quello sia la sola strada per l’elevazione della condizione dei popoli. Chi, tra loro, è, invece, interessato alla spiritualità e alla religiosità, sostiene, a spada tratta, una via di “salvezza perfetta” per tutti. Non ci si deve stupire se, a volte, le argomentazioni in oggetto riguardano altri tipi di tematiche: c’è chi farebbe ovunque appassionati comizi, per far conoscere a tutti, quanto quel tipo di dieta è eccezionale, quanto sia meglio fare le vacanze in camper piuttosto che in albergo, la superiorità dell’abbigliamento classico rispetto a quello casual etc. Qualunque esso sia, quando parlano dell’argomento che gli sta a cuore, lo sguardo è illuminato da una fiammella di un entusiasmo eccessivo che può travalicare nell’esaltazione, la gestualità è decisa ma inquinata dall’arroganza, l’eloquio è fluente e ben ritmato, il ragionamento è ispirato ed eccessivamente esegetico. La loro buona fede è fuor di dubbio, credono fermamente in ciò che vogliono affermare. Non è infrequente osservare che, incontrandoli dopo qualche tempo, pur avendo essi cambiato radicalmente le loro idee, non mostreranno nessun cambiamento nel modo in cui propongono il loro nuovo credo.

Vervain nella relazione terapeuta-paziente

Sono pazienti che amano, anche durante i colloqui terapeutici, approfittare di ogni spunto per proporre il loro credo. Quando condividono convintamene la scuola di pensiero che sottende l’impostazione della cura, la loro alleanza terapeutica sarà più realista del Re. Se dovessero però, poi, essere affascinati e aderire ad impianti teorici o a pratiche diverse, non esiteranno a rimettere tutto in discussione con veemenza.

Differenze ed associazioni con altri rimedi

Vervain può essere incluso in un gruppo di rimedi che sono relativi alla cura dell’intolleranza da essi va differenziato e con essi può essere associato: Impatiens che interviene in caso di “difficoltà ad essere pazienti con le persone lente”; Vine che è per coloro che ”pensano che sarebbe nell’interesse degli altri fare le cose come essi stessi le fanno o come essi sono certi che dovrebbero essere fatte”; Beech che è il rimedi da prescrivere a coloro che intolleranza e senza indulgenza hanno “bisogno di vedere più bontà e bellezza in tutto ciò che li circonda”.

Fiore Vervain

Armonizzazione dello stato Vervain

La persona che versa nello stato Vervain, dovrà intraprendere un percorso che positivizzerà le sue caratteristiche, nel senso dell’acquisizione di una maggiore capacità di relativizzare qualsiasi tipo di credo. Egli, pur continuando a portare avanti con vigore e buona fede le sue idee, potrà riuscire a diventare un individuo che propone un punto di vista, piuttosto un accanito patrocinatore della propria visione della realtà come l’unica veramente valida per tutti. Tale evoluzione si attua più facilmente nell’ambito di un Counseling Floriterapeutico, a sua volta associato alla NeuroRiflessoTerapia personalizzata.

Caso Clinico

  • Gina è un’anziana signora che utilizza anche gli incontri terapeutici per tentare di convertire il medico alla Chiesa Evangelica. Ha chiesto dei consulti per la sua ansia; Vervain, prescritto da una settimana, non avrà il tempo di agire; Gina, infatti, abbandona la terapia, non appena subodora un collegamento tra il suo malessere e il suo modo di vivere la propria fede religiosa.
  • Helga è una giovane naturopata tedesca residente in Italia; è molto entusiasta e rampante. Decide, a nome dell’associazione che ha fondato, di organizzare un corso di Floriterapia. Il corso non ha luogo a causa di mancanza di iscritti. Questo fallimento diventa per lei una buona occasione per consapevolizzare quanto il suo “stile” Vervain, piuttosto che coinvolgere e interessare, risulta spiacevole ed indisponente.
  • Giorgio è un attivista politico che entra in terapia per stanchezza, stato ansioso-depressivo, disturbi gastro-intestinali ed epatici. Il percorso terapeutico, nel quale vengono prescritti Vervain, Holly, Willow, Oak, Vine, Olive e Hornbeam determinerà cambiamenti rimarchevoli. Il paziente utilizzerà e recupererà meglio le sue energie psico-fisiche grazie ad un maggior rispetto de i suoi limiti. Un ritrovato rispetto nei confronti degli altrui e diversi punti di vista lo renderà meno suscettibile e intossicato dal risentimento e dall’amarezza.

N.B. Per usufruire di una spiegazione completa sulla NeuroRiflessoTerapia personalizzata si può consultare il sito www.neuroriflessoterapiaroma.it; per ricevere, inoltre, informazioni direttamente dal Dott. Michele Iannelli e parlare del proprio caso personale si può telefonare al 3386151031; lasciando un messaggio in segreteria telefonica si verrà ricontattati.

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

VERVAIN: IL FIORE DI BACH CHE TRASORMA IL FANATISMO IN UN SANO ENTUSIASMO ultima modifica: 2021-06-08T11:10:32+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This