Che cos’è e a cosa serve il mineralogramma?

Il mineralogramma consiste nell’analisi di una piccolissima quantità di capelli. L’analisi minerale dei capelli fornisce un’attendibile valutazione dei livelli dei minerali nelle sue cellule e nei suoi spazi intercellulari relativa agli ultimi tre mesi. Dai livelli dei minerali e dal rapporto esistente tra loro si ottiene una considerevole quantità d’informazioni in base alla quale è possibile impostare un piano terapeutico estremamente mirato e personalizzato.

Il mineralogramma: un detective della psiche

L’essere umano è un sistema globale psicosomatico e somatopsichico, dunque ogni cosa che accade nel nostro organismo ha effetti importanti sul nostro ben-essere psichico. Il mineralogramma è una analisi estremamente attendibile e profonda che fornisce numerose informazioni che riguardano ciò che contribuisce a determinare il nostro stato psichico:

  • Il livello dello stress
  • Il funzionamento della tiroide e delle ghiandole surrenali
  • La velocità del metabolismo e la produzione di energia
  • La dinamica del metabolismo dei carboidrati
  • La presenza di metalli tossici inquina/menti
  • Le tendenze emozionali e caratteriali
  • Le intolleranze alimentari.

Obiettivo biodisponibilità

Tutte queste informazioni tratte dal mineralogramma hanno come obiettivo la formulazione di una cura naturale a base di Nutraceutici, Fiori di Bach, Psicoprobiotici, Omeopatici Omotossicologici, Trattamenti Manuali Riflessogeni e Fitoterapici.
Un principio che va tenuto nella massima considerazione è la BIODISPONIBILITÀ; esso è un punto di riferimento fondante ma anche l’obiettivo terapeutico irrinunciabile.
Per biodisponibilità s’intende la capacità dell’organismo di utilizzare (effettivamente, nel giusto dosaggio, nel giusto modo e nella giusta collocazione) un minerale e/o altri fattori nutrizionali già presenti nel nostro organismo o assunti dall’esterno.
Quasi sempre è proprio nostro stato di salute (eccessive tensioni psicologiche, disbiosi intestinale, difficoltà digestive, intolleranze alimentari etc) il primo fattore limitante la biodisponibilità.
I minerali e gli altri fattori nutrizionali non devono, infatti, solo essere presenti, ma anche essere in una condizione e in un contesto PsicoBioSomatico tale da poter essere utilizzati fisiologicamente. Un minerale che è presente, ma non utilizzabile non solo non è biodisponibile per svolgere sue funzioni benefiche, ma c’è il forte rischio che accumulandosi in zone improprie diventi dannoso. Il principio della biodisponibilità è un punto di riferimento molto importante per l’interpretazione dell’analisi del capello. Esso spiega, infatti, l’apparentemente incomprensibile fenomeno per il quale una persona con un alto livello di minerale, spesso, mostra di avere sintomi di carenza dello stesso.
La non biodisponibilità può, anche spiegare il fenomeno per cui il basso livello di un minerale può anche solo entro il periodo di un mese, aumentare senza la supplementazione di quel particolare minerale.
Il livello del minerale può essere risalito perché era sempre stato presente, ma sotto forma vincolata e non biodisponibile. L’assunzione di altri elementi nutrizionali ha permesso di liberarlo e di renderlo utilizzabile.
La biodisponibilità è dunque uno degli aspetti più importanti del mineralogramma. La sua comprensione presenta una certa difficoltà, poiché la biodisponibilità delle sostanza nutrizionali è condizionata da molti fattori: gli aminoacidi essenziali, i neuropeptidi, gli oligoelementi, le citochine, i minerali e le vitamine specificamente sinergiche, gli ormoni, i metalli tossici antagonisti etc. Ecco perché nella valutazione e la comprensione dei risultati del mineralogramma è fondamentale valutare non solo e non tanto i valori singoli ma anche e soprattutto quelli tra minerale e minerale.

Mineralogramma: dove e come si fa?

Il mineralogramma può essere effettuato nel mio studio a Roma, in Via Pozzuoli 7 Studio interno b3 – nei pressi della fermata San Giovanni della Metro A e C. Per prenotare la visita e per informazioni occorre telefonare al 3386151031 oppure scrivere a olopsi@libero.it
. Durante la prima visita verrà svolto un approfondito colloquio anamnestico e il prelievo, tramite una piccola forbice, dei capelli (ne servono circa un grammo) e verrà fatta una prima prescrizione di rimedi naturali. Il campione verrà inviato nel più prestigioso ed esperto laboratorio americano che, dopo circa 20-25 giorni, mi farà pervenire un fascicolo accuratissimo in cui vengono riportati i valori dei minerali, i valori dei rapporti tra i minerali e le relative interpretazioni e commenti. Si farà, dunque, una seconda visita in cui, tra l’altro, illustrerò e spiegherò i contenuti del fascicolo e prescriverò, come già detto, una terapia naturale basata sulle due visite e sui risultati del mineralogramma.

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

MINERALOGRAMMA: OBIETTIVO BIODISPONIBILITA’ ultima modifica: 2019-09-19T10:20:52+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This