« L’uomo superiore comprende la giustizia e la correttezza.
L’uomo dappoco comprende l’interesse personale. »

– Confucio (551- 479 avanti Cristo)

Per una Evoluzione e Rivoluzione Etica

L’Italia vive una profonda crisi aggravatasi in questi ultimi mesi in concomitanza della sconcertante e ambigua epidemia da coronavirus.
La decadenza italiana, che striscia e che si aggrava da ormai molti decenni, non è solo di natura economica ma, anche e soprattutto, riguarda gli aspetti più esistenziali di ognuno di noi.
Occorre, dunque, oggi progettare e attuare una Rinascita complessiva che necessariamente ha bisogno anche di una Rivoluzione Etica e del Buon senso.
È necessario rianimare e rivitalizzare le istituzioni sociali di base: la famiglia, la scuola, e le comunità lavorative e territoriali, anche e soprattutto, grazie al ripristino di quei valori, virtù e comportamenti che sono alla base di una buona qualità della vita.
È opportuno che anche medici, psicologi e psichiatri, spesso e per troppo tempo, fuorviati da una visione parcellizzata e meccanicistica dell’individuo e della società, aderiscano a una concezione umanistica, globale e comunitaria della persona per cui virtù e valori siano oggetto di una terapeutica riscoperta.
È bene offrire alla persona un iter terapeutico che le dia la possibilità di esplorare, per potenziarne e realizzare i suoi tesori, quel territorio che il medico-psichiatra e psicoterapeuta Roberto Assaggioli, fondatore della Psicosintesi denominava Inconscio Superiore; da esso “Provengono le intuizioni e le aspirazioni superiori, le creazioni geniali, gli imperativi etici, gli slanci all’azione altruistica, gli stati di illuminazione, di contemplazione, di estasi. Ivi risiedono, allo stato latente e potenziale, le energie superiori dello spirito. ”(Tratto da – Comprendere la Psicosintesi -, edizioni Astrolabio).

Qualche idea sul Senso dell’Onore

Se a ruota libera penso al Senso dell’Onore mi vengono in mente parole come armonia, disciplina, amore, onestà, correttezza dovere, rispetto, ordine, verità, fiducia e tranquillità.
Non è, dunque, agevole attribuire una definizione netta e sintetica alle molteplici implicazioni insite in e derivanti da un concetto composito e immateriale come il Senso dell’Onore.
Quello che appare indubbio dalle mie libere associazioni è che si tratta di qualcosa di molto virtuoso che ha a che fare con l’amore per e il rispetto di se stessi e degli altri.

Qualche domanda sul Senso dell’Onore e del disonore

E’ indispensabile che sia chiaro che quando si parla di Senso dell’Onore non ci si riferisce solo a contesti eroici e solenni, ma, quasi esclusivamente, alla spicciola quotidianità di cui è fatta il 99,99% della nostra vita.

Poniamoci qualche domanda per comprenderlo.

  • Cosa sentiremmo o cosa potrebbe succederebbe se passassimo con un’ automobile su un ponte che per incuria e/o burocrazia e/o sete di guadagno da anni non è ben manutenuto?
  • Sarebbe pericoloso farsi operare da un medico che ha superato esami e concorsi grazie a furberie e raccomandazioni?
  • Sei alla posta e devi inviare una assicurata importantissima; l’impiegata, mentre svolge le operazione di spedizione, è appassionatamente al cellulare con la figlia neosposa per spiegarle come si fa la pasta e fagioli; siamo sicuri che la lettera arriverà al destinatario?
  • Come ti senti quando una persona con la quale, per qualche motivo, ti incontri spesso arriva sempre in ritardo agli appuntamenti?
  • Se sei un scrittore e i tuoi editori non rispettano il contratto relativamente ai diritti d’autore, non ti verrebbe voglia di spaccargli la faccia?
  • Se, tua figlia, una giovane attrice, va a fare un provino e gli si fa capire, in modo più o meno velato, che, se “va a letto” con “chi di dovere”, forse le si darà una particina in un film, non senti una rabbia pazzesca? Quanto meno perché una nobile attività artistica diventa oggetto di scambi da postribolo.

Attualità e lode del senso dell’onore

Dalle domande del paragrafo precedente appare lampante che il Senso dell’Onore è un bene attualissimo, prezioso e onnipresente nella nostra esistenza.
Si tratta, in primo luogo, di un sentire e un agire costruiti da ognuno con impegno, volontà, continuità e presenza per la piena realizzazione di se stesso e per metterli al servizio della comunità.
In questa ottica ognuno di noi deve porsi agli altri con ciò che desidera per se stesso; essere efficienti, gentili, solidali, onesti, capaci, accoglienti, in famiglia, nei posti di lavoro, con colleghi e utenti etc.
Non dobbiamo dimenticare che ognuno di noi è al tempo stesso operatore e fruitore di qualità della vita. Se si lavora bene e si tratta bene un utente è molto più probabile che questa persona si comporterà a sua volta allo stesso modo nel suo posto di lavoro e nella vita.
L’esistenza può essere metaforicamente considerata una rete stradale; se tutti ci comportiamo correttamente come pedoni, automobilisti e motociclisti, il traffico non sarà caotico, ci saranno pochi incidenti e minori perdite di tempo.

Seguire le buone regole è un vantaggio per tutti.
Il caos genera caos, il Senso dell’Onore genera armonia.

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

PSICOLOGIA SOCIALE E LODE DEL SENSO DELL’ONORE ultima modifica: 2020-05-11T16:09:36+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This