Sicurezza stradale

Da vari decenni numerose associazioni di cittadini operano in Italia e in tutta Europa per patrocinare la sicurezza stradale: una battaglia difficile con un obiettivo nobile. Occorre, tra le altre cose, limitare una strage che in Europa ammonta, secondo gli ultimi dati, a venticinquemila morti in un anno. Questa lotta si svolge su numerosissimi i fronti; uno dei quali, amplissimo, è la guida in strato di ebbrezza a cui sono da imputare il 25% di queste morti su strada.
È indispensabile, inoltre, tener presente che anche il più banale e innocuo degli incidenti stradali mette in atto meccanismi complessi, costosi e stressanti: l’intervento delle Forze dell’Ordine, l’impegno del personale sanitario, i costi per risanare la carrozzeria e la funzionalità del veicolo, le procedure assicurative e legali, le perdite di ore di lavoro etc.
L’Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale (ASAPS) è, in Italia, tra le più attive in questa battaglia; essa si unisce con vigore alla richiesta, che da più parti in Europa si solleva, di un azzeramento della soglia minima consentita alla guida di un veicolo. Attualmente, in Italia, il limite del tasso alcolemico è fissato a 0.5 grammi per litro.
I mezzi per la tutela della sicurezza stradale sono numerosi e comprendono una gamma che va dalla educazione stradale alla “tolleranza zero”. Uno degli strumenti che può contribuire in questo senso è etilometro blocca auto.

Etilometro blocca auto

Si tratta di uno apparecchio inserito in una legge che lo renderà obbligatorio e che sarà in vigore a partire dal 2022 in Unione Europea. Il dispositivo in questione, sebbene attualmente alquanto costoso, è facilmente utilizzabile; si tratta in buona sostanza di un etlilometro simile a quelli in dotazione dalle Forze dell’Ordine ma di dimensioni minori. Esso viene installato nellabitacolo del veicolo e permette al guidatore di fare un alcoltest autogestito. Se il tasso alcolico supera i valori consentiti, automaticamente si blocca il motore del veicolo il quale altrettanto automaticamente si sblocca quando i valori scendono nella norma.
In molti paesi del Nord Europa il sistema è già in stato di utilizzo avanzato, in Italia siamo ancora agli albori di una, per ora, limitata sperimentazione.

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI: UNA STRAGE DA EVITARE! ultima modifica: 2020-02-17T10:06:27+01:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This