“Colpo grosso di Big Pharma: intascati 31 miliardi di euro in più”

Segnalo all’attenzione di tutti un “articolo-inchiesta”, comparso Giovedì 23 Settembre 2021 nelle pagine 4 e 5 del giornale “IL FATTO QUOTIDIANO”, a firma di Maxence Peigné della Investigate Europe.
In esso, in buona sostanza, si denuncia che alcune Multinazionali del Farmaco avrebbero fatto pagare, all’Unione Europea (Per essere più chiari, ai cittadini dell’Unione EUROPEA!), un prezzo, per ogni dose di vaccino anti covid, di gran lunga superiore a quello che era stato prospettato e promesso ai deputati Europei, nel Settembre del 2020, da Sandra Gallina.
Sandra Gallina è la vicedirettrice generale della direzione Salute e sicurezza alimentare della Commissione Europea; fu la Ursula von der Leyen ad affidarle il compito di dirigere il tavolo delle trattative con le diverse case farmaceutiche.

Secondo la People’s Vaccine Alliance non solo il prezzo (tra i 5 e i 15 euro), prospettato e previsto al Parlamento Europeo era già fortemente sovradimensionato, ma, addirittura, si arrivò a un contratto con due Multinazionali del Farmaco che gonfiò i costi a cifre che nel tempo hanno toccato punte di 28,5 euro a dose di vaccino; ciò ha prodotto loro, a tutt’oggi, un ingente surplus di ricavi di 31 Miliardi di Euro!
A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE!

Dott. Michele Iannelli
Medico psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, omeopata e floriterapeuta.
Membro della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee.

Via Pozzuoli 7  Studio interno B3 - 00182 ROMA (Metro San Giovanni) Telefono 3386151031 - Email: olopsi@libero.it

VACCINI E MULTINAZIONALI DEL FARMACO: UN ARTICOLO DE “IL FATTO QUOTIDIANO” ultima modifica: 2021-09-27T11:10:13+02:00 da Dott Michele Iannelli
Shares
Share This